Dermatologo Guida Dr. Marco

CRIOTERAPIA

La crioterapia è una tecnica non chirurgica, con il quale è possibile ottenere, per le patologie indicate, risultati sovrapponibili a quello della chirurgia tradizionale (diatermocoagulazione, bisturi) e dei più costosi laser, radiofrequenza o altro. In dermatologia è largamente impiegata per numerosi motivi: non necessita di anestesia, non richiede medicazioni difficoltose, né lunghi periodi di recupero. non determina, di solito, cicatrici. In sostanza la crioterapia spesso è la soluzione da preferire, anche se talvolta può essere di più lunga durata. Il dottor Guida pratica da oltre un decennio la crioterapia, profondamente convinto del suo valore medico-scientifico, dei risultati ottenuti rispetto a terapie fantasiose e inutilmente invasive (vale la massima: primum non nocere)

trattamento lesioni, dermatologia, trattamento verruche

Lesioni da trattare

Si usa soprattutto per il trattamento delle verruche, ma il suo impiego, nelle mani del dermatologo esperto, può essere esteso a molte altre patologie dermatologiche, specie virali, quali condilomi acuminati, molluschi contagiosi. E’ bene sapere che, in base alle dimensioni, alla profondità della lesione trattata, tale procedura può richiedere per ottenere il risultato aspettato più sedute, eseguite generalmente a distanza di 3-4 settimane. Dopo il primo trattamento controlli clinici vengono di solito programmati in modo da poter valutare l’evoluzione e l’eventuale comparsa di recidive.

In che cosa consiste la crioterapia



La crioterapia agisce attraverso il freddo,il quale è in grado di provocare la morte delle cellule (necrosi) attraverso la formazione di cristalli di ghiaccio, sia all’interno sia all’esterno della cellula stessa. Con i nuovi apparecchi per l’erogazione del criogeno è possibile di ottenere il congelamento del tessuto in tempi brevissimi e le temperature raggiunte sono estremamente basse – 90 fino anche a – 196 ° centigradi.

Mediante un applicatore spray il criogeno viene spruzzato sulla cute ove è presente la lesione da trattare, finché si verifica lo sbiancamento (effetto frosting) della cute stessa, cioè questa vira al bianco, ricoprendosi di minuscole particelle simili a brina. I tempi di contatto della lesione con il criogeno dipendono dal tipo di patologia viene tratttata e variano da un minimo di 5-10 secondi per lesioni superficiali a 20-40 secondi per lesioni estese o particolarmente profonde.

DERMATOLOGO GUIDA DR. MARCO | 109/1, Corso Casale - 10132 Torino (TO) - Italia | P.I. 07240910013 | Cell. +39 333 2210108 | dott.guida.marco@gmail.com | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy